L'Azienda

Design, colore, flessibilità. Da oltre 50 anni, questi tre elementi chiave rileggono la tradizione storica di Crassevig e la accompagnano verso una nuova dimensione. La nostra realtà aziendale è fatta di soluzioni concrete e si snoda tra manifattura territoriale, progettualità, collaborazioni e materiali. Tante declinazioni di design, una visione unica, per una mission che unisce la cura di qualità e tempistiche all’attenzione per la circolarità ambientale e per le persone.

Persone

Artigianalità Industriale

La manualità tipica friulana si fonde con la potenza estetica del design e l’artigianalità industriale. L’esperienza di Crassevig ha rivelato il suo vero potenziale nella comunità territoriale e nelle persone che la compongono, portato l’azienda ad abbracciare il principio di Responsabilità Sociale nel quotidiano. Quasi il 70% dei fornitori lavora nel Distretto della Sedia, in un raggio di 20 km: una localizzazione che permette il rispetto di standard specifici, una miglior gestione dei rapporti e un saper fare artigianale attento a ogni dettaglio. Una famiglia di lavoratori specializzati, una filiera locale e trasparente, una rete di collaboratori che aderisce a principi etici: solo una visione umana a tutto tondo può creare prodotti modellati sulle persone.

Designer e Collaborazioni

Collaborazioni Creative

Le idee prendono forma, con la creatività di talenti internazionali. La versatilità delle linee morbide caratteristiche di Crassevig dà vita a progetti dalle ispirazioni più varie, coinvolgendo Designer, Architetti e Studi di tutto il mondo in un’unica rete creativa, senza rinunciare alla propria identità. In questo modo, la sapiente manifattura locale accoglie una visione globale sempre più ampia, con una contaminazione costruttiva di idee, stili, esperienze professionali e culturali.

Prodotti

Interpretare le Tendenze

Il design è, prima di tutto, una questione di immaginazione, un modo per leggere meglio i cambiamenti del tempo. Crassevig si lascia trasportare da un movimento di ispirazione perpetua, con azioni e visioni innovative in grado di rinnovare continuamente i prodotti. Sedie, lounge, sgabelli, tavoli, e tutte le soluzioni Crassevig riescono così a rendere accogliente ogni spazio con le proprie forme avvolgenti, interpretando le tendenze di interior design e i gusti personali con versatilità, in un vortice di prospettive contemporanee.

Multimatericità

Design sostenibile, a partire dai materiali

La nostra visione sostenibile abbraccia materiali diversi. Ci piace cogliere la loro essenza e sperimentare abbinamenti non convenzionali. Alla base della ricerca tecnica e stilistica c’è il senso per la materia, il gusto per l’innovazione e l’attenzione alla qualità sostenibile dei progetti che immaginiamo.

Produzione

Produzione e Certificazioni

Crassevig immagina una declinazione non convenzionale del settore dell’arredo. Le forme fondamentali dei prodotti esplorano un labirinto di possibilità del design, con uno stile distintamente Made in Italy e attento ai dettagli. La continua ricerca di stimoli e nuove sfide corre di pari passo alla cura per la qualità di prodotto e per la gestione ambientale, supportate da certificazioni specifiche: ISO 9001, ISO 14001, FSC Chain of Custody, EN 1728:2012, Ansi Bifma X5.1. La cura produttiva si affianca alle attenzioni per il benessere aziendale, grazie a una filiera trasparente, una politica aziendale orientata al benessere delle persone, nonchè una gestione delle risorse attenta al loro utilizzo ponderato.

Sostenibilità

Circolarità e Ambiente

Affrontare le sfide ambientali presenti e future attraverso pratiche quotidiane consapevoli. Per Crassevig, la Sostenibilità parte dalle radici italiane e dai valori aziendali, coinvolgendo tutti gli interlocutori della filiera. L’impegno dell’azienda riconosce una responsabilità collettiva e individuale, cercando il punto di equilibrio tra impatto locale e questioni globali, tra un design accattivante ed ergonomico e la tracciabilità dei materiali, dall’origine allo smaltimento post-consumo. Siamo convinti, inoltre, che una crescita inclusiva e sostenibile debba prendersi cura del pianeta e, al contempo, generare opportunità per le giovani generazioni, puntando su pratiche di lavoro sicure, su Standard Certificati e sul benessere della persona in senso lato.

La nostra Storia

Fin dal 1969, il design d’ispirazione scandinava creato da Crassevig parte da un approccio progettuale senza tempo, che permette di interpretare la realtà e si evolve con essa, attraverso tappe ben definite. Una storia che si snoda attraverso tre generazioni, rinnovandosi e trasformandosi continuamente, insieme a una rete di partner pronta a supportare Crassevig nella progettazione di soluzioni proiettate al futuro.

1969
Fondazione

Crassevig nasce a Corno di Rosazzo, in provincia di Udine. Con la sua fondazione, prendono forma le più raffinate tecniche di curvatura del legno applicate al design d’autore.

1971
Design del primo Prodotto, Johan

Il primo pezzo di design: Johan, l’appendiabiti in frassino massello creato da Giovanni Offredi. Uno straordinario concentrato di esperienza nella curvatura del legno.

1973
Primo logo

Luciano Svegliado dà vita al logo curvato di Crassevig.

1977
Salone del Mobile di Copenhagen

Crassevig è la prima azienda non scandinava ammessa al Salone del Mobile di Copenhagen, affermandosi nel regno del design Nord Europeo.

1979
Sedia Arca nella Selezione d'onore Compasso d'Oro

La sedia Arca, disegnata da Gigi Sabadin, entra nella Selezione d’onore del Compasso d’oro.

1987
Tavolo 2H e Sedia HB nella Selezione d'onore Compasso d'Oro

Il tavolo 2H e la sedia HB, di Grafite Design, entrano nella Selezione d’onore del Compasso d’oro.

1987
Design Giotto

Gigi Sabadin progetta Giotto, il tavolo che si amplia sui quattro lati e che da quadrato diventa tondo.

1989
Design Gina e Ginotta

Gina e Ginotta, dalla matita di Enrico Franzolini, sono le due sedie che conquistano il mercato internazionale per eleganza e femminilità.

1991
Nuovo Logo

Crassevig cambia il logo e l’immagine aziendale, mantenendo l’essenza della propria identità.

1994
Asia, la Prima sedia in Metallo

Asia, di Enrico Franzolini, è una delle prime sedie con scocca e base in metallo. Selezionata per il Compasso d’oro (1996), è un punto di riferimento stilistico e funzionale valido ancora oggi.

1996
Anna, Curve perfette

Immaginata da Ludovica e Roberto Palomba, nasce Anna, la sedia che mostra curvature del legno così perfette da renderla di una leggerezza incomparabile.

2001
Famiglia Alis

Ludovica e Roberto Palomba rinnovano il successo con il set Alis, avanzato sistema di sedie impilabili e poltrone.

2002
Catalogo del Cavallo

Crassevig crea un set in aperta campagna per il nuovo Catalogo, nell’antica casa di famiglia dei nonni paterni. Un cavallo passeggia nei pressi e viene fotografato, facendo nascere quello che per tutti diventa il “catalogo del cavallo”.

2005
Sedia Nett

Ton Haas disegna la sedia Nett, progetto dal preciso effetto rete ottenuto utilizzando nylon colorato e fibra di vetro.

2010
Sedia Stem

Patrick Norguet immagina un cestello leggero fatto di 26 fuselli, uno diverso dall’altro. Nasce la sedia Stem.

2014
40 Anni al Salone del Mobile

I nostri primi – e ininterrotti – 40 anni di presenza al Salone del mobile di Milano.

2015
Dondolo, edizione imbottita

Dondolo è uno dei prodotti più celebri dell’azienda, disegnato nel 1970 da Luigi Crassevig e realizzato in legno curvato a vapore con sapienza artigianale. In occasione dei suoi 45 anni, viene proposto in versione imbottita.

2016
Anna compie 20 anni

Anna festeggia un ventennio di successo internazionale, confermando la validità della filosofia Crassevig. Un modo di pensare i progetti che parte dalle caratteristiche della materia prima, valorizzando i dettagli tecnici ed estetici.

2019
Crassevig compie 50 anni

Crassevig festeggia i 50 anni di attività, dalla passione per il legno curvato alla scoperta di nuovi materiali innovativi, nei vari prodotti pensati per la casa e il contract. Una visione imprenditoriale fuori dagli schemi, abbinata a profonde abilità artigianali.

2020
Dondolo compie 50 anni

Un modello che viaggia nella storia per vivere di una nuova vita, Dondolo festeggia il suo 50° anniversario: progettato da Luigi Crassevig nel 1970, unisce la creatività alla tradizione locale, l’innovazione ai materiali storici.